TERAPIE

AMBITO PARODONTALE

Terapia Causale

Protocollo di igiene settoriale e profondo non chirurgico.
Nel Centro di Odontoiatria Avanzata è la base per ogni tipo di terapia e trattamento futuro. E’ un protocollo appartenente alle linee guida internazionali, necessario per garantire la durata a lungo termine di qualsiasi genere di terapia/trattamento; infatti il nome stesso “causale” indica 2 obiettivi
1) abbassare drasticamente la carica batterica del cavo orale
2) insegnare e migliorare una tecnica di igiene domiciliare personalizzata per continuare il percorso intrapreso
Si esegue generalmente una volta nella vita, seguono poi igieni di mantenimento (ablazione tartaro) scadenziate secondo un range personalizzato basato sulle predisposizioni individuali dl paziente. Il numero delle sedute della terapia causale sono decise a seconda della gravità della malattia parodontale e/o dalla percentuale di carica batterica presente nel cavo orale.

Igiene Orale di Mantenimento

Si tratta di igiene orale (ablazione tartaro o comunemente definita pulizia). Gli obiettivi:
1) Igienizzare la bocca, abbassando la carica batterica presente ( placca, tartaro)
2) Mantenere e stabilizzare lo stato di salute della bocca nel tempo
3) Permette un controllo dello stato di integrità e salute dei restauri,impianti da parte dell’odontoiatra
4) Diminuire l’incidenza nel tempo di problemi batterici.
Le linee guida internazionali suggeriscono 3,4,6 mesi a seconda della predisposizione del paziente.

Chirurgia Muco Gengivale

Chirurgia che riguarda il parodonto (tutto ciò che sta attorno al dente, gengiva, legamento parodontale, osso di sostegno dei denti). Può coinvolgere solo la gengiva oppure coinvolgere anche l’osso. Si esegue sia per ragioni puramente estetiche (correzione gummy smile, correzione architettura gengivale settore anteriore) sia per ragioni funzionali e necessarie alla salvaguardia dell’elemento dentale ( allungamento di corona clinica, chirurgia resettiva, chirurgia regenerativa).

AMBITO FUNZIONALE

Deprogrammazione

Trattamento curativo grazie ad un apparecchio mobile chiamato Deprogrammatore di patologie articolari (TMD) o disfunzioni o costrizioni occlusali ( ossia problemi di masticazione). Obiettivo:
1) Cura della sintomatologia all’articolazione temporo-mandibolare
2) Ripristino della posizione mandibolare corretta
3) Prerogativa per una riabilitazione protesica

Bite Night Guard

Strumento removibile che limita i danni dentali ( consumo patologico dentale posteriore) provocati da parafunzioni quali Bruxismo e disturbi neurologici. Obiettivi:
1) Diminuire il consumo dei denti
2) Diminuire la contrazione muscolare dei muscoli del viso e del collo
3) Evitare cefalee e disturbi muscolari e scheletrici

AMBITO ESTETICO

Sbiancamento Dentale Professionale

Protocollo operativo di sbiancamento dei denti. Eseguito prevalentemente per motivi estetici. Permette di cambiare il colore del dente grazie a prodotti che chimicamente sbiancano i pigmenti intrinseci del dente raggiungendo tonalità di bianco anche maggiori a 4 gradazioni. Il Centro di Odontoiatria Avanzata dispone di differenti prodotti e modalità di sbiancamento con luce/laser e senza. Il protocollo ultimo americano non prevede l’uso di lampade o laser, non comporta usura dello smalto dentale grazie al ph neutro del prodotto e garantisce al paziente di bere caffè, tè e vino rosso. Si tratta di un protocollo innovativo di sbiancamento, l’unico a raggiungere tonalità di bianco maggiori e più duraturo con un mantenimento occasionale a casa. Protocollo adatto anche a pazienti con denti affetti da difetti di colore genetici/ereditari.
Obiettivi:
1) Sorriso molto più bianco
2) Cura difetti dentali di colore genetici o ereditati (Colorazione da tetracicline)
Il trattamento di sbiancamento è personalizzato e il protocollo operativo cambia a seconda del colore, tipologia del dente e può essere eseguito solo se non vi è presenza di patologie infiammatorie all’interno del cavo orale. Lo sbiancamento dentale garantisce la sua funzione solo su denti naturali. Otturazioni, ricostruzioni e manufatti protesici non possono essere sbiancati con tale trattamento.

Ricostruzioni Estetiche Anteriori

Trattamento adesivo diretto in composito, può essere curativo, se viene eseguito per ripristinare l’integrità dentale perduta o per carie o per trauma, puramente esteico se di modifica anatomica dei denti anteriori.
Obiettivi:
1) Permette la modifica anatomica del dente (allungare, cambiare forma, raddrizzare denti non perfettamente allineati)
2) Permette di cambiare colore e ottenere un colore più bianco.
3) Permette il ripristino dell’integrità strutturale anatomica del dente anteriore compromesso.

Riempimento Labbra / Filler


Trattamento estetico di miglioramento di forma e volume delle labbra attraverso iniezioni di filler, Acido Ialuronico, utilizzato anche per riempire rughe superficiali e profonde della zona periorale.
Obiettivi:
Correggere inestetismi Avverare i desideri estetici del paziente.

Faccette


Trattamento estetico protesico di modifica anatomica dei denti anteriori.
Obiettivi:
1) Permette la modifica anatomica del dente (allungare, cambiare forma, raddrizzare denti non perfettamente allineati)
2) Permette di cambiare colore e ottenere un colore più bianco definitivo.

Riabilitazioni Estetico Funzionali

Trattamento che prevede il ripristino e il miglioramento funzionale (ossia di masticazione) ed estetico. Coinvolge molti trattamenti sopra indicati. Indicato nei pazienti che hanno perso dimensione verticale o per consumo o per perdita dei denti posteriori, per pazienti che hanno un consumo patologico dei denti anteriori provocato da un adattamento mandibolare dovuto a differenti cambiamenti dentali di anatomia o di inclinazione. Indicato anche a pazienti che desiderano cambiare definitivamente il proprio sorriso.
Obiettivi:
1) Ripristinare la funzione masticatoria corretta
2) Avverare il desiderio estetico del paziente
3) Prognosi a lungo termine

AMBITO BIOMECCANICO

Sigillatura dei Solchi

Trattamento adesivo preventivo diretto contro l’insorgenza di carie. Si esegue sui pazienti bambini con l’eruzione dei denti permanenti, molari e premolari. Le linee guida internazionali le consigliano anche sul paziente adulto cariorecettivo ( predisposto alle carie, 40% della popolazione mondiale).
Obiettivo:
prevenire il ristagno di cibo e batteri nei solchi dentari, quindi di carie.

Otturazioni di I e V Classe

Trattamento adesivo curativo diretto della lesione cariosa di piccola entità. I classe indica la cura delle carie che nascono in solchi e fossette dei denti, tendenzialmente superficiali, soprattutto sulla faccia masticatoria del dente. V classe indica la cura e il ripristino strutturale di carie o fratture (abfraction, abrasion) in zona cervicale del dente (colletto dentale, porzione del dente in prossimità della gengiva)
Obiettivo:
cura della carie e ripristino strutturale dell’integrità anatomica

Ricostruzioni in Composito

Trattamento adesivo curativo diretto di denti maggiormente compromessi dalla carie. Il dente è cariato su più superfici, soprattutto sulle facce interprossimali ( punti di contatto tra un dente e l’altro) e la carie è maggiormente estesa rispetto alla I classe. Eseguite spesso su molari e premolari e denti anteriori.
Obiettivo:
cura della carie e ripristino strutturale dell’integrità anatomica.

Faccette

Trattamento estetico protesico di modifica anatomica dei denti anteriori. Obiettivi:
1) Permette la modifica anatomica del dente (allungare, cambiare forma, raddrizzare denti non perfettamente allineati)
2) Permette di cambiare colore e ottenere un colore più bianco definitivo.

Ortodonzia

Trattamento curativo di correzione di malocclusioni dentali e scheletriche. Ortodonzia mobile, inercettiva, eseguita nell’età della crescita, permette di correggere problemi di posizionamento osseo e dentale attraverso apparecchi mobili. Ortodonzia fissa, eseguita a tutte le età, permette la correzione di malocclusioni dentarie ( denti affollati, disallineati, modifica di posizione di elementi da protesizzare)
Obiettivi:
1) Correzione estetica e funzionale dell’apparato stomatognatico
2) Allineamento estetico
3) Cura di problemi gnatologici, articolari.

Restauri Indiretti

Trattamento curativo, adesivo e non, protesico che permette di restaurare denti biomeccanicamente compromessi che con una ricostruzione diretta andrebbero incontro ad un alto rischio di frattura. Si tratta di intarsi (onlay, overlay ossia ricostruzioni eseguite dall’odontotecnico e cementate in bocca dall’odontoiatra), corone protesiche ( ricostruzione integrale del dente eseguita dall’odontotecnico e cementata dall’odontoiatra).
Obiettivi:
1) Protezione e ripristino strutturale del dente biomeccanicamente compromesso vitale o devitalizzato,
2) Riabilitazione della radice implantare

Cura Endocanalare/Devitalizzazione

Trattamento curativo di carie penetrante che pregiudica la vitalità del dente. Il dente affetto da carie molto estesa che penetra fino alla polpa dentale (nervo), viene trattato rimuovendo tale polpa anche dalla/e radici, disinfettato al suo interno e riempito infine.
Obiettivo:
salvaguardia del dente compromesso non più vitale Per denti devitalizzati molari e premolari (addetti alla masticazione) le linee guida indicano non solo la sigillatura con ricostruzione ma anche la protezione con un restauro indiretto ( intarsio, corona protesica).

Protesi Mobili e Removibili

Si tratta di manufatti protesici mobili (dentiera), removibili ( scheletrato con ganci o attacchi, Overdenture) ad appoggio mucoso.
Obiettivi:
1) Ripristino dei denti mancanti
2) Ripristino della funzione masticatoria ed estetica

Impianti Dentali

Protocollo chirurgico curativo di ripristino degli elementi dentari persi o sostitutivo dei elementi dentari compromessi irreversibilmente. Si tratta di radici artificiali in titanio. Possono essere inseriti in una sede edentula (non c’è il dente), in seguito ad estrazione del dente compromesso ( impianto post-estrattivo). Possono essere inseriti flap-less senza bisturi e sutura ma direttamente con inserimento trasmucoso ( direttamente forando la gengiva). Inseriti e protesizzati a carico immediato (viene inserito l’impianto nell’osso e entro le 72 ore protesizzato) o differito ( viene inserito l’impianto nell’osso e la protesizzazione avviene dopo un periodo di almeno 4/6 mesi). Obiettivi:
1) Ripristino del dente mancante
2) Ripristino della funzione masticatoria ed estetica
3) Sostituzione del dente non più curabile
4) Permette di avere denti fissi
5) Permette di sostituire la protesi mobile o removibile (dentiere, scheletrati) con una protesi fissa avvitata.